Ass. comunale Piciocchi: "E' giunto il momento che Genoa e Samp regolarizzino la propria posizione"

di Matteo Privitera
articolo letto 2000 volte
Foto

Lo stadio Luigi Ferraris continua ad essere nell'occhio del ciclone. L'impianto sportivo genovese, infatti, sembra non trovare pace, finendo al centro di un'altra vicenda che ha come protagonisti Sampdoria e Genoa, colpevoli di essere morosi verso il Comune per circa 1 milione e 400 mila euro. La somma sarebbe dovuta per saldare i canoni di concessione non corrisposti tra il 2009 ed il 2012.

Stando a quanto riportato dall'edizione genovese de La Repubblica, il Comune di Genova avrebbe, inoltre, formalizzato l'incarico all'Agenzia del Demanio per produrre una perizia in grado di stabilire il prezzo di mercato della struttura dopo aver messo ufficialmente in vendita l'impianto. A parlare della vicenda è stato l'assessore comunale al bilancio e al patrimonio Pietro Piciocchi: "Dopo tanti anni è giunto il momento che Genoa e Sampdoria regolarizzino la propria posizione, senza dover ricorrere a misure giuridiche che preferiremmo evitare".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI