DORIA ALE' CAMMINEREMO CON TE - Ekdal tiene botta, Linetty e Praet scarichi

di Matteo Romano
Vedi letture
Foto

La Sampdoria rientra da Bologna con una sonora sconfitta. Tre reti di passivo, una prestazione corale negativa, con alcuni singoli in giornata no e con la prospettiva di aver visto sfumare le ultime velleità europee in questo campionato.

Una giornata negativa che proviamo ad analizzare nella prova dei singoli centrocampisti blucerchiati, ai quali questa rubrica è dedicata.

Nel naufragio blucerchiato di Bologna, tra i migliori (o meno negativi) in campo notiamo Albin Ekdal. Dopo il suo provvidenziale rientro, che nel Derby aveva garantito compattezza al reparto e all'intera squadra, anche contro la sua ex squadra lo svedese ha tentato di opporsi con la sua corsa alla maggiore verve dei felsinei. Lo stesso centrocampista svedese si è reso pericoloso nella ripresa con una battuta di prima intenzione su una palla vagante che è sbattuta contro il corpo del difensore rossoblù Mbaye.

Dennis Praet e Karol Linetty sono parsi molto scarichi. Il belga soprattutto nella prima frazione di gioco è apparso avulso dal gioco, migliorando (di poco) la prestazione nel secondo tempo, quando ha giocato qualche pallone in più. Il polacco ha vissuto come l'altra mezz'ala blucerchiata una giornata no, apparendo confusionario in fase di possesso e in ritardo sugli interventi difensivi.

Dopo la buona prova nella stracittadina anche Gastón Ramirez non ha brillato nel match di Bologna. Il fantasista uruguaiano si è visto poco in fase di impostazione, venendo risucchiato dal pressing svolto dai centrocampisti rossoblù, in particolar modo dal regista Pulgar. Emblema della sua giornata poco propositiva è una punizione lasciata calciare (seppur a capitan Quagliarella) nella prima frazione da una posizione favorevole. Nello stadio dove Ramirez si è fatto conoscere al grande calcio per il suo sinistro preciso e insidioso, il trequartista della Sampdoria nella prova di sabato pomeriggio non si è certo fatto rimpiangere dai suoi ex tifosi.

Proprio Ramirez è stato sostituito nella ripresa da Riccardo Saponara. L'ex Empoli ha giocato più palloni del collega di reparto, ma non è riuscito a dare una sterzata con i suoi cambi di passo alla manovra blucerchiata. Con l'ingresso di Gianluca Caprari, al rientro dopo circa tre mesi di assenza, Saponara ha arretrato il suo raggio d'azione ponendosi in una posizione più defilata da mezz'ala, continuando a giocare molti palloni ma lasciando la copertura degli spazi offensivi al fantasista ex Roma.

Come si accennava in principio di questo pezzo, la sconfitta di Bologna penalizza le ambizioni europee della nostra squadra, riducendone le velleità. Il prossimo turno  affrontiamo una partita delicata contro la Lazio, vero e proprio scontro diretto, fondamentale sia per mantenere viva una piccola speranza di migliorare la classifica sia per non gettare via tutto l'entusiasmo derivata dal successo nel Derby e da un campionato comunque ampiamente positivo, qualunque sia il piazzamento finale.


Altre notizie